Idee e creatività

La nuova homepage: creatività e tecnologia!

Screenshot nuova homepage del sitoDopo il lavoro fatto per la pagina messa online per il matrimonio, ecco che le competenze acquisite tornano utili!

E si ampliano anche! Dopo gli approfondimenti fatti su html5, css3, javascript e jQuery, siti responsive e sviluppo per mobile, ecco che finalmente arriva la cavalleria: css animations, trasformazioni, illusioni.

Poi spazio alla creatività!

Mi sono proprio divertita ad inventarmi movimenti e immagini! Quando ti accorgi che hai capito la base e sei in grado di cercare quel che ti serve sapere in più, senza troppa fatica, allora è bellissimo avere in mente l'effetto che si vorrebbe ottenere e poi vederlo sullo schermo, realizzato fino al minimo dettaglio.

How-to: testare la presenza di nichel (o di rame)

Materiale per il test sulla presenza di nichel (o di rame)Creando bijoux, spesso capita che si trovi in un cassetto del laboratorio o si acquisti materiale sulla cui composizione non ci si sente sicuri. In particolare con la diffusione notevole dell'allergia al nichel, oggetti di color acciaio/argento possono comprensibilmente far sorgere sospetti. Nel mio caso si tratta soprattutto di elementi vecchi o riutilizzati, rimasti da parte per tanto tempo e della cui provenienza si è persa la memoria: utilizzandoli in articoli che poi metto in vendita nel negozio, non posso dichiarare un oggetto "nickel free" se non ne sono certa.

Proprio per risolvere problemi come questo, si trovano in vendita alcuni kit di diverse marche (io ho utilizzato quello della Hasulith) che permettono di testare la presenza di nichel sulla superficie o in lega metallica.

In questo tutorial proverò a mostrare come si utilizza il test e come si interpretano i risultati, prestando attenzione ad eventuali "falsi positivi" o "falsi negativi", per quanto possibile.

Un "effetto collaterale" di questo test è la possibilità di testare anche la presenza di rame, potendo così ottenere ulteriori informazioni sui materiali che si stanno utilizzando.

Arredamento low-cost: la flessibilità di una scaletta a due gradini

Il mio sgabello preferitoSembrerà una banalità, ma una scaletta a due gradini, soprattutto se di legno grezzo e dal design semplice e lineare, può essere una soluzione davvero flessibile, adattandosi ad esigenze diverse o ad una casa a cui piace cambiare apetto di tanto in tanto.

Il modello a cui mi riferisco in particolare penso sia piuttosto riconoscibile: oggetto montabile di nota catena di arredamento nordic-style.

E devo dire che non sono l'unica ad essermi ispirata a questo oggetto: in rete ho trovato diverse reinterpretazioni, a partire da un'immagine capitata sulla mia bacheca di Pinterest.

Ispirazione: i fiori in città e giardini catturati con lo smartphone

Ricostruzione di un waalweg con tulipani rosaRododendro giallo chiaro e rossoMelo in fiore sul fiume

A volte basta davvero poco per trovare ispirazione. Nel mio caso, una passeggiata lungo il fiume e al giardino botanico.

Una "raccolta di ispirazione" fatta scattando istantanee con il telefono, strumento adatto a questo scopo (anche se continuo a considerarlo meno adatto a scattare fotografie che abbiano altri scopi e caratteristiche).

Tecniche creative: il vetro in forno

Le mie creazioni su alzatinaEccoci, finalmente! Dopo lunga attesa sono riuscita sia ad andare a prendere che a fotografare le "opere" realizzate durante il laboratorio sulla lavorazione del vetro organizzato dal Museo di Scienze Naturali di Bolzano in collaborazione con la coop. Vetroricerca, sempre di Bolzano.

Il laboratorio prevedeva due momenti, uno principale dedicato ad una prima tecnica di modellazione del vetro ed uno conclusivo dedicato ad un altro tipo di lavorazione, più rapido ed immediato del primo.

Arredamento low-cost: proteggere la parete dietro al divano senza intaccare il muro

La struttura dietro al mio divanoEcco un'altra idea per la casa che a me ha risolto diversi "problemi" contemporaneamente.

Al momento abito in affitto in una vecchia casa con i muri fatti di pietre e mattoni. Questo fa sì da un lato che non possa forare il muro (perché se trovassi un sasso rischierei di sgretolarlo, causando un buco che potrebbe arrivare anche ad un metro circa di diametro... come quello involontariamente causato dagli idraulici che hanno messo a posto l'impianto prima che mi trasferissi...) e dall'altro che debba fare in modo che il muro non si macchi troppo, così che una mano di bianco metta tutto in ordine quando andrò via.

Come forse pochi sanno, le macchie dovute al fatto di appoggiare la testa al muro dietro al divano sono un incubo per l'imbiancatura, proprio come le macchie di unto in cucina, perché anche dopo due mani di pittura tendono a riemergere.

Volevo quindi trovare una soluzione che avesse tre caratteristiche:

  • che coprisse il muro dietro al divano proteggendolo;
  • che introducesse una zona di colore in una grande parete bianca, che altrimenti rendeva la stanza vuota e smorta (il soffitto è alto circa 3 metri e la stanza è lunga circa 5 metri, quindi la parete vuota è circa 15 metri quadrati di bianco);
  • che fornisse un supporto per appendere foto e poster (come quel bel ragnetto, foto di ©Andrea Miclet).

How-to: piccolo elettroscopio da portare al collo

L'elettroscopio finito - Science jewelryHo realizzato questo foto-tutorial durante il quinto o sesto tentativo che è stato anche il primo ad essere messo in vendita nel mio negozio Etsy.

L'idea di realizzare un piccolo elettroscopio da portare come collana mi è venuta mettendo insieme due osservazioni: che gli elettroscopi a foglie (solitamente a foglie d'oro) sono oggetti spesso esteticamente molto belli, oltre che scientificamente interessantissimi; che si tratta di una possibilità per evitare di prendere la scossa tutte le volte che mi tolgo la giacca a vento, prevenendo invece che curare... Da qui la creazione di questo oggetto.

Per chi non sapesse cos'è un elettroscopio a foglie, consiglio la visione di questo video condiviso da voglio10.
Ovviamente nel caso dell'elettroscopio qui presentato il comportamento sarà molto meno "preciso" ed evidente di quello descritto nel video: in presenza di carica elettrostatica le foglie si muoveranno appena, ma non da perfettamente unite a ben divaricate!

Arredamento low-cost: lampada da pavimento fai-da-te

La mia lampada da pavimento accesaQuesto è il primo articolo di quella che spero diventi un'utile serie. Ho pensato che potesse essere carina l'idea di condividere con chi sta cercando di arredare o rinnovare casa alcune soluzioni che io ho trovato interessanti e, in alcuni casi, che ho adottato io stessa.

In questo primo post della serie mi soffermerò sulla lampada mostrata nella foto: una lampada da pavimento realizzata utilizzando un vaso per biscotti.

How-to: anello con castone all'uncinetto

L'anello finitoNel mio negozio su Etsy fin dal primo giorno ho inserito un anello realizzato con questa tecnica. Si tratta dell'anello blu.

Adesso ne ho preparato un secondo che aggiungerò in questi giorni.
(Correzione successiva: ora non è più in vendita.)

Questo ha una linea meno pulita e semplice, ma la tecnica è la stessa identica. Ecco quindi il foto-tutorial realizzato seguendo la creazione di questo secondo.

 

Materiali e strumenti:

Materiale

Filo di metallo sottile (da 0.1 mm fino 0.5 mm di diametro, anche a seconda della dimestichezza con l'uncinetto)

Filo dello stesso metallo più robusto e spesso

Pietra da incastonare

Uncinetto (quello in foto è un 3)

Tronchese

(...il seguito nell'articolo completo)

Pages

Subscribe to Idee e creatività